01 settembre 2010

Trasporti gratuiti universitari per il nuovo anno accademico

Giovanni Chiodi ha avanzato la proposta di una ordinanza per finanziare il piano di trasporti per gli studenti universitari che sarà presentata dal Commissario per la ricostruzione al Governo e alla Protezione Civile Nazionale
“Abbiamo considerato i trasporti per gli universitari come una priorità - ha detto Chiodi – per dare sostegno all’ateneo del capoluogo, data la difficoltà degli studenti di trovare un alloggio in sede e l’assenza di trasporti in determinate aree”
Saranno garantite tutte le corse effettuate nello scorso anno,  con la consegna di una tessera gratuita agli studenti interessati.  L’obiettivo è rafforzare il servizio, indicando nuovi bisogni ancora non indicati dall’ateneo o dagli stessi studenti. 

2 commenti:

Berardino ha detto...

Cari ragazzi/e per caso sono venuto a conoscenza della vostra iniziativa, trovo interessante che la vostra associazione è libera e apolitica. Credo fermamente che il futuro del nostro territorio dipende in maggior parte da voi giovani, ho avuto modo di parlare con il vostro Sindaco in merito al progetto che il Movimento per il C.U.S. sta portando avanti e con delusione ho riscontrato che il Sindaco è nettamente contrario alla fusione dei comuni, lascio a voi immaginare il motivo. Bisogna porre fine a questa politica di campanile, inutile e dannosa per la nostra comunità. Ora se veramente volete rendervi utile credo che l'unico modo è di agire ed attivarsi per la rinascita dei nostri paesi. Al momento vi saluto e se lo desiderate possiamo incontrarci
Berardino Musti
www.comitatoprovallesubequana.blog.tiscali.it

AternOstrum ha detto...

Salve Berardino, seguiamo anche noi con interesse il tuo blog e il lavoro che fate come comitato. Complimenti.

Il nostro essere apolitici a volte si rivela più come un difetto che un pregio, non essendo schierati è difficile lavorare e coinvolgere gente. Soprattutto in paesi così chiusi in sè stessi dove la politica è fatta di favori promesse e amicizie.
Crediamo sia un diritto denunciare cosa NON va per poterlo migliorare. Ad Acciano sarebbero così tante le cose da fare che c'è l'imbarazzo della scelta; purtroppo il paese è fermo da 20 e più anni, e non c'è ancora mai stata una politica innovativa e pratica che sappia migliorare la qualità della vita.
Anche per questo troviamo interessante il progetto del comune unico subequano, certamente con il famoso 'studio di fattibilità' sarebbe più facile portarlo alla luce dei cittadini e magari trarne delle conclusioni.
La nostra sfiducia nella politica è forte ma crediamo ci sia ancora qualcuno disposto a lavorare seriamente per la colletività.


Ti ringraziamo per l'interesse
un saluto a presto
aternostrum@hotmail.it

Posta un commento

Per firmarti con il tuo nome e non commentare come "Anonimo": sotto nel menu a tendina vai su Nome/URL, inserisci il tuo nickname nel campo "Nome", se non hai un blog/sito lascia vuoto il campo URL. Grazie