25 aprile 2010

Scontrone (L'Aquila)

Orti in affitto per tenere viva l'agricoltura ed invitare i giovani 
a rimanere nel territorio. 
'Agriturismo in un piccolo mondo antico
è l'idea davvero notevole del comune di SCONTRONE, piccolo paese di 600 abitanti vicino Alfedena.
A partecipare anche l'Università dell'Aquila quale partner del progetto Grundtvig, incluso nel piano d'azione comunitaria europea.
In pratica, il comune di Scontrone, si impegna a recuperare i terreni marginali ed incolti, soprattutto di proprietà comunale, per creare nuove opportunità occupazionali nella coltivazione di specie locali e per sviluppare un mercato di prodotti biologici di qualità. Vengono coinvolti anche gli anziani, per l'insegnamento delle antiche tecniche di coltivazione agli 'aspiranti' agricoltori cui vengono affidati i terreni.
Questo modo di promuovere l'agricoltura e il territorio si sta sviluppando in diverse parti d'Italia, per informazioni consultate questo link.

2 commenti:

silvietta ha detto...

ad acciano in effetti ci sarebbero tanti terreni coltivabili ma abbandonati e si potrebbero sfruttare per ortaggi,prodotti locali..ma dovremmo proporre al comune un'idea così vasta quando sappiamo che per loro queste cose non sono importarti?? dovrebbero essere loro a proporre..
ci sentiamo un pò soli in questo..

AternOstrum ha detto...

Bisognerebbe pensare in grande per fare qualcosa del genere,eppure non è impossibile ed è solo una delle tante cose che si possono fare. Si deve entrare in un'ottica orientata al futuro, pensando a progetti sostenibili volti a valorizzare le risorse del territorio.

Posta un commento

Per firmarti con il tuo nome e non commentare come "Anonimo": sotto nel menu a tendina vai su Nome/URL, inserisci il tuo nickname nel campo "Nome", se non hai un blog/sito lascia vuoto il campo URL. Grazie